« Torna agli articoli

TANTO BRAVE QUANTO SFORTUNATE

POZZUOLO-MOZZANICA 3-2

(0-0; 0-0; 2-1)

POZZUOLO: Lippolis; Galbiati, Troise, Lunghi, Cestari; Gibellini, Barone, Vaccaro; Pisano, Gallino, Angius (Boccotti, Ferrario, Iuliano). All. Scolari

MOZZANICA: Zanchi; Fumagalli (De Carli) , Ciocca, Ravasio, Durelli; Agazzi, Campana, Chignoli; Baruffaldi, Demaio, Vattiato (Riccelli). (Maffezzoli). All. Cambiaghi

Tanto brave quanto sfortunate. Le Esordienti escono a mani vuote ma a testa alta dal campo di Pozzuolo Martesana. Le ragazze di mister Cambiaghi hanno giocato alla pari per due tempi contro i più quotati avversari, nel terzo hanno finalmente trovato la via del gol ma sono poi state raggiunte e superate su calcio piazzato, almeno uno dei quali assai dubbio. Le biancoazzurre hanno giocato forse la loro miglior partita della stagione ed avrebbero meritato anche la vittoria. Campo (sintetico) in buonissime condizioni, giornata soleggiata, due formazioni che fanno della costruzione del gioco il loro marchio di fabbrica: c’erano tutte le condizioni per una sfida avvincente e così è stato.

Squadre in campo con uno speculare 4-3-3. Nel Mozzanica rientra in difesa Durelli (a sinistra), Chignoli sale a centrocampo. Cambiaghi inserisce Vattiato in attacco (Baruffaldi si sposta a destra, Demaio al centro). Il Pozzuolo parte spedito. Al 2′ non approfitta di un errato disimpegno biancoazzurro: Gallino in area raccoglie il cross ma “ciabatta” a lato. Zanchi prima para a terra un tiro dal limite (4′), poi blocca una conclusione ravvicinata dei locali (5′). Il Mozzanica si affaccia alla porta di Lippolis con due punizioni dal limite di Campana al 6′ (parata) e all’8′ (tiro alto). La squadra cresce. Occasionissima al 12′: lancio lungo di Ravasio, Demaio s’invola in area ma, pressata, conclude di poco alto. I ragazzi di Scolari si rifanno vivi sul finire del tempo con un tiro fuori bersaglio (17′) e una conclusione bassa e angolata che Zanchi in tuffo riesce a deviare in angolo.
Nella ripresa Cambiaghi sposta Durelli a destra, arretra Chignoli sulla corsia opposta, inserisce in attacco Riccelli e De Carli (Baruffaldi va a sinistra, Demaio scala a centrocampo). Le ospiti prendono l’iniziativa: Baruffaldi è una spina nel fianco della difesa bianconera, Agazzi e Campana pressano e lanciano con precisione, Demaio s’inserisce bene, Riccelli e De Carli svariano su tutto il fronte d’attacco. Al 5′ una spallata in area a Riccelli non viene punita. All’8′ De Carli viene atterrata. In area o fuori? L’arbitro assegna una punizione dal limite: Lippolis para il tiro di Agazzi. Al 10′ azione prolungata e tiro centrale (parato) di Baruffaldi. Contropiede del Pozzuolo sul filo del fuorigioco, Zanchi blocca il pallonetto (12′). Ciocca e Ravasio, sempre attente e decise, sventano un pericolo in area al 14′. Subito dopo i locali vanno al tiro dalla sinistra, Zanchi para a terra. I cambiamenti di fronte sono continui. Al 16′ Baruffaldi costringe Lippolis all’uscita fuori area. Sul fronte opposto un bianconero s’allunga la palla quel tanto che basta per consentire a Zanchi di anticiparlo. Il Mozzanica chiude all’attacco. Baruffaldi semina un paio di difensori ed appoggia per Demaio che tira: Lippolis non si fa sorprendere.

Nel terzo tempo Cambiaghi inserisce Fumagalli quale attaccante di sinistra (Baruffaldi trasloca al centro). La nuova entrata recupera palla e spara una bordata dai 25 metri, Lippolis ci arriva ma non trattiene, Baruffaldi – appostata – mette la palla in rete. I ragazzi s’innervosiscono anche perché non riescono a trovare varchi. Ci vuole una generosa punizione-penalty al 9′ per acciuffare il pari. Zanchi in uscita poco fuori dall’area colpisce palla e avversario: la conclusione sfiora la barriera e s’insacca. Il Mozzanica non ci sta. All’11’ Agazzi va al tiro: fuori. Batti e ribatti. Il Pozzuolo arriva nell’area ospite, ma la conclusione, smorzata da Durelli, viene bloccata da Zanchi in presa (12′). Deviazione di Baruffaldi su cross da destra ma Lippolis ancora una volta dice no (15′). Nel rovesciamento di fronte un bianconero accentua la caduta su un intervento di Durelli. Altra punizione, letale: la palla supera di nuovo la barriera e, sfiorata da Zanchi, finisce in rete. Una vera e propria doccia fredda. I locali in rimonta portano a casa una vittoria inaspettata, le biancoazzurre deluse escono comunque tra gli applausi del pubblico.

+Copia link

Privacy

Valida dal: 22 Maggio 2018

Il trattamento dei dati personali sarà improntato come da normativa indicata sui principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'articolo 13 del GDPR 2016/679, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni:

I dati personali (nome, cognome, telefono, indirizzo email, indirizzo di residenza, luogo e data di nascita, Codice Fiscale, estremi del Documento di Riconoscimento, etc), saranno forniti al momento della richiesta di adesione all'Associazione.

I dati personali forniti saranno oggetto:

in relazione ad obblighi legali, fiscali, assicurativi e statutari:

- di trattamento relativo alle finalità istituzionali esercitate dall'Associazione;

- di trattamento finalizzato a rendere possibile la vita associativa nell’Associazione che, tra l’altro, può comportare la diffusione dei dati personali nei bollettini sociali periodicamente pubblicati e diffusi anche online;

- di trattamento relativo alla riscossione e al pagamento di quote di tesseramento, assicurative e di iscrizione ad eventi degli eventuali Enti nazionali di affiliazione, anche derivanti da specifici accordi intervenuti con gli stessi;

- di trattamento finalizzato agli obblighi amministrativi, fiscali e contabili dell'Associazione stessa (ivi compresa l'emissione di ricevute, la produzione di certificazioni telematiche, la tenuta del libro degli Associati etc etc).

in relazione a necessità di profilazione e di comunicazione delle attività dell'Associazione:

- di trattamento connesso alla necessità di comprendere, per il raggiungimento delle comuni finalità istituzionali statutarie, quali siano le attività più idonee per gli associati/tesserati/utenti/clienti;

- di trattamento connesso alla necessità di proporre le attività più idonee agli associati/tesserati/utenti/clienti;

Si informa che, tenuto conto delle finalità del trattamento come sopra illustrate, il conferimento dei dati è obbligatorio ed il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrà avere, come conseguenza, l'impossibilità di svolgere l’attività dell'Associazione e di assolvere gli adempimenti previsti dallo Statuto stesso.

Ove il soggetto che conferisce i dati abbia un'età inferiore ai 16 anni, tale trattamento è lecito soltanto se e nella misura in cui, tale consenso è prestato o autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale per il quale sono acquisiti i dati identificativi e copia dei documenti di riconoscimento.

Il trattamento sarà effettuato sia con strumenti manuali e/o informatici e telematici con logiche di organizzazione ed elaborazione strettamente correlate alle finalità stesse e comunque in modo da garantire la sicurezza, l'integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure organizzative, fisiche e logiche previste dalle disposizioni vigenti.

Si informa che i dati dell’associato e/o del tutore legale e le informazioni relative alle loro attività sono comunicati, con idonee procedure, a fornitori di servizi software (quali, a titolo di esempio, TeamArtist/ Mailchimp/ Dropbox/ Google) anche operanti al di fuori del territorio nazionale (anche extra UE).

I dati personali vengono conservati per tutta la durata del rapporto di associazione e/o mandato e, nel caso di revoca e/o altro tipo di cessazione del rapporto, nei termini prescrizionali indicati nell’art. 2220 del Codice Civile.

Lei potrà, in qualsiasi momento, esercitare i diritti:

- di accesso ai dati personali;

- di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano nei casi in cui ciò non confligga con altre disposizioni di legge;

- di opporsi al trattamento;

- di opporti alla portabilità dei dati;

- di revocare il consenso, ove previsto nei casi in cui ciò non confligga con altre disposizioni di legge: la revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso conferito prima della revoca;- di proporre reclamo all'autorità di controllo (Garante Privacy).L’esercizio dei suoi diritti potrà avvenire attraverso l’invio di una richiesta mediante email all’indirizzo asdtrezzo@gmail.com o all’indirizzo di posta elettronica certificata asdtrezzo@pec.it. 

Il Titolare del trattamento dati è l'Associazione Associazione Sportiva Dilettantistica Trezzo con sede legale in Via dei Chiosi 33, 24041 Brembate. Il Responsabile del Trattamento, cui è possibile rivolgersi per esercitare i diritti di cui all'Art. 12 e/o per eventuali chiarimenti in materia di tutela dati personali, è raggiungibile all’indirizzo: asdtrezzo@gmail.com o all’indirizzo di posta elettronica certificata asdtrezzo@pec.it.

 

IL TITOLARE

L'Associazione A.S.D. TREZZO