« Torna agli articoli

WOMEN IN RED: WORK IN PROGRESS

Piccola premessa. Finalmente ho avuto l’opportunità di poter scrivere sulle giovani biancorosse e parlare di questa difficile ma formativa esperienza in Serie D. Mi dispiace che il primo Focus su di loro sia arrivato solo a dicembre, avrei voluto parlarne prima. È anche vero che, quando i risultati non sono ottimi, è difficile trovare un modo per parlare della squadra ma le fatiche di queste ragazze meritano una vetrina.

SERIE D FEMMINILE

MONTORFANO ROVATO – TREZZO 4-0

TREZZO: Gallani, Martignoni M., Mazzoleni, Mantegazza, Martignoni C., Cavagnoli, Panighetti, Ubiali, Defendi, Pricci, Stassi. A disp: Guglielmino, Alac, Abdel Aziz.

Ostica trasferta per le ragazze in biancorosso nella tana del Montorfano Rovato, squadra con ambizioni importanti in campionato, fin’ora fortino espugnato solo dalla Nerazzurra, capolista indiscussa del girone A con il Castelleone.

Nel primo tempo il Trezzo tiene botta e subisce gol all’undicesimo minuto su contropiede da Martino, bomber delle padrone di casa al nono centro stagionale.

Le biancoazzurre di Rovato entrano con un piglio più deciso nella seconda parte del match, alzando il baricentro e pressando alto il Trezzo.

Al 47′ minuto l’arbitro concede un rigore per le padroni di casa su un contatto sul centravanti del Montorfano. Federica Gallani è brava a neutralizzare il penalty.

Il Montorfano Rovato non ci sta e prima trova al cinquantatreesimo la rete del 2-0 siglata da Sergi Concetta, poi al 58′ Camplani trova la rete del 3-0.

Il Trezzo reagisce orgogliosamente e pressa alto le avversarie finché la forza glielo permette; finite le batterie e giunta la stanchezza per le biancorosse, al 87′ Santoro mette il punto esclamativo sul match, portando la sua squadra sul 4-0.

Con l’arrivo di Mister Scaini si è vista una squadra più ordinata in campo, che per 45 minuti ha giocato alla pari con la seconda forza del campionato. Le ragazze stanno crescendo e mi auguro che si possano togliere delle soddisfazioni nel girone di ritorno, anzi sono sicuro di questo.

Coraggio Women in Red, crediamo in voi!

+Copia link